Lunedì, 10 Febbraio 2014 14:28

Dieta ormonale. Funziona? Utilizzare gli ormoni per dimagrire velocemente!

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)

Ormoni e dimagrimento. Che relazione c'è? Dimagrire velocemente è possibile con una dieta ormonale.

Gli ormoni sono responsabili dell'accumulo di grasso. La buona notizia è che, se sono responsabili dell'accumulo di grasso, il controllo della secrezione di questi ormoni possono essere la chiave e la soluzione per riuscire a dimagrire in modo efficace e veloce. Prendetevi qualche minuto per conoscere questi ormoni e iniziare ad usarli a vostro favore. E' possibile effettuare delle scelte alimentari in modo che queste potenti sostanze chimiche lavorino per voi, bruciando i grassi e facendovi dimagrire anche mentre siete seduti comodamente nel divano. Dovete sapere che avete molta più influenza sugli ormoni di quello che pensate. Queste strategie vi aiuteranno a conoscerli e a utilizzarli a vostro favore.

Ormone: Leptina

Uno dei molti ormoni prodotti dalle cellule adipose è la leptina, che svolge un ruolo nel controllo dell'appetito. La ricerca ha scoperto che il grasso corporeo in eccesso, può causare una condizione nota come resistenza alla leptina, il che significa che il cervello non è influenzato dalla leptina anche se il tuo corpo contiene livelli alti di questo ormone. Questo vuol dire che il vostro appetito non è controllato bene se siete grassi e quindi potrebbe ritardare il senso di sazietà così da farvi mangiare più del dovuto. Anche se è ancora sconosciuto l'esatto motivo per cui questo accade, una teoria è che le cellule di grasso producono prodotti chimici infiammatori che bloccano l'azione della leptina, il corpo comincia a pensare che state morendo di fame anche se non è vero. Poi per compensare questa minaccia alla sopravvivenza, il metabolismo rallenta e il tuo cervello invia segnali di fame costante, nel tentativo di costringerti a mangiare, soprattutto cibi ad alto contenuto calorico.

Combattere la resistenza alla Leptina

La buona notizia è che la resistenza alla leptina può essere combattuta con la dieta e l'esercizio fisico.

  • Una cosa che potrebbe aiutarvi: Provate a mangiare una tazza di verdure entro le ore 10 di ogni giorno. Un endocrinologo di fama mondiale, ha constatato che le persone che applicano questo consiglio, tendono avere meno fame nel corso della giornata. Inoltre, insieme alle fibre che offrono un senso di sazietà, le verdure contengono antiossidanti essenziali e vitamine che hanno dimostrato di ridurre l'infiammazione che interferisce con la leptina, che a sua volta aiuta ad aumentare la combustione dei grassi e ridurre l'appetito.

Ormoni: cortisolo e serotonina

Vi siete mai chiesti perché una giornata frenetica vi fa ritrovare la faccia immersa in un sacchetto di patatine? Questo è il risultato delle vostre ghiandole surrenali che stanno rilasciando il cortisolo, l'ormone dello stress. Questa risposta ormonale, si propone di dare una sferzata di energia per combattere o e superare lo stress. Questo processo vi porta ad avere vogla di alimenti ricchi di zuccheri o di alto contenuto di carboidrati. Oltre a ciò, Il cortisolo fa accumulare grasso specificatamente nella pancia.

La serotonina invece ha l'effetto opposto:

La seratonina è un soppressore naturale dell'appetito. In realtà, il nuovo farmaco approvato dalla FDA per la perdita di peso, funziona aumentando l'attività della serotonina nel cervello.

Incrementare naturalmente la seratonina e diminuire i livelli di cortisolo:

  • Per ottenere lo stesso effetto senza farmaci o alimenti zuccherati, potete mangiare le lenticchie asparagi e spinaci che sono ricche di folati. Il cervello utilizza i folati, le vitamine del gruppo B contenuti in questi alimenti per rilasciare la serotonina.
  • Uno studio a dimostrato che concedersi abbastanza sonno aiuta a ridurre i livelli di cortisolo.

Ormone: Insulina

Ogni volta che si assume un pasto che contiene carboidrati, in special modo quelli semplici come una bevanda zuccherata, il corpo risponde con il rilascio di insulina, il cui compito è quello di estrarre il glucosio (zucchero) in eccesso dal flusso sanguigno per essere trasformati in grasso. Esagerare con pasta, pane e dolci, può dare luogo a calorie in eccesso che verranno immagazzinate come grasso. In alcuni casi, il grasso in eccesso può portare alla resistenza all'insulina, una condizione in cui le cellule diventano meno sensibili agli ormoni, e diabete.

Controllare i livelli di insulina:

  • È possibile controllare la quantità di insulina prodotta dall'organismo diminuendo l'assunzione di alimenti che causano i maggiori picchi di zucchero nel sangue. Secondo uno studio, le bevande analcoliche rappresentano un terzo di zuccheri in eccesso nelle diete.
  • Un consiglio importante è di scambiare gli alimenti trasformati e carboidrati raffinati come pasta e pane bianco con le versioni integrali, che contengono fibre in grado di rallentare l'assorbimento degli zuccheri nel sangue, e rendendo costanti e bassi i livelli di insulina. (Le fibre aiutano anche a sentirsi più sazi con meno cibo).
  • Intervallate i vostri pasti e spuntini in modo da mangiare porzioni più piccole e più frequenti nel corso della giornata è un altro modo intelligente per mantenere livelli di glucosio e di insulina costanti.
Letto 11813 volte Ultima modifica il Lunedì, 10 Febbraio 2014 15:07

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner.